La tua voce
Rete Demos
10 Maggio 2023 · 312
autor@
Rete Demos




Incentivi e Finanziamenti per il territorio montano!

Questa è la prima puntata di un rubrica in cui pubblicheremo periodicamente informazioni puntuali sulle opportunità di accesso ai finanziamenti e contributi destinati ad aziende e professionisti del territorio montano.
Come molti di voi si saranno già accorti, da alcuni anni, sia a livello europeo che nazionale e regionale, vi è un rinnovato impegno nel promuovere e stimolare lo sviluppo di attività produttive nelle aree montane e marginali in genere...
Il progetto di rete DEMoS (di cui questo blog è parte integrante) è solo uno degli esempi di progetti finanziati in buona parte con fondi istituzionali.
Negli anni molte risorse sono state destinate alla creazione di nuove attività imprenditoriali nel settore produttivo locale e dei servizi (turistici, sociali e non solo) ma non sempre è stato facile, soprattutto per le piccole aziende individuali e per i professionisti, cogliere queste opportunità al momento giusto.
Ancora oggi, nonostante internet consenta l'accesso ad una grande quantità di informazioni, ll rischio è di perdersi tra le varie scadenze, finestre di apertura, iter burocratici e molti altri ostacoli che rendono spesso complicata la partecipazione ai vari bandi di finanziamento aperti da enti istituzionali (Ministeri, Regioni, agenzie locali) e privati (es. le fondazioni bancarie).

Lo scopo di questi articoli è quindi quello di tenervi aggiornati sulla pubblicazione dei vari bandi, darvi informazioni generali sulle modalità di accesso e a quali soggetti eventualmente potervi rivolgere per avere assistenza (professionisti, sportelli informativi regionali o locali, associazioni di categoria, ecc...).


Il Bando di cui vorrei parlarvi questa settimana è quello relativo alla "Misura" (è più corretto chiamarla così) prevista dal "Fondo per lo sviluppo delle montagne italiane", a cui possono accedere le start up innovative costituite prevalentemente da donne in forma di società di capitali, anche cooperative, aventi una sede operativa, o filiale, in uno dei Comuni montani. 

La gestione del bando è curata dall'agenzia INVITALIA e le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 12:00 del 30 maggio 2023.

Nonostante la misura sia indirizzata ad uno specifico settore imprenditoriale, quello femminile, questo non esclude la possibilità di presentare progetti imprenditoriali partecipati anche da uomini (infatti è solo richiesta la "prevalenza" femminile, non la totalità), inoltre la misura prevede una quota di finanziamento in conto capitale del 70%! Una percentuale certamente interessante.

Informazioni più dettagliate potete trovarle direttamente sul sito Invitalia, nella pagina della presentazione delle domande
Invito comunque chi volesse approfondire, o necessitasse di un supporto tecnico specifico, a contattarmi.
Circa 4 anni fa ho avviato in Val Susa una piccola azienda di servizi che ho chiamato Ecorizzonti (nata anch'essa grazie ad un bando gestito dal GAL Evv) la cui mission principale è proprio quella di offrire supporto tecnico informatico e organizzativo per la creazione
 di nuovi progetti di "sviluppo locale sostenibile", in particolare dedicati ai comparti produttivi agricoli e turistici del territorio montano.

Per una prima valutazione delle caratteristiche di questa misura qui di seguito trovate un breve elenco di informazioni di massima.


Requisiti che le imprese devono possedere al momento della presentazione della domanda:

  • essere regolarmente costituite e iscritte nell’apposita sezione speciale del Registro delle imprese di cui all’articolo 25, comma 8, del decreto-legge n. 179/2012
  • essere costituite da non più di sessanta mesi
  • essere di piccola dimensione
  • Ciascuna impresa può presentare una sola domanda.

Gli incentivi possono essere richiesti per l’acquisto di:

  • impianti, macchinari e attrezzature tecnologici
  • hardware e software
  • brevetti e licenze
  • certificazioni purché direttamente correlate alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa e legate al programma d’investimento presentato
  • consulenze specialistiche tecnologiche nella misura massima del 20% del totale delle spese di cui ai punti precedenti.

Il Programma d’investimento deve essere:

  • mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni caratterizzati da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o
  • finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca.

Il Programma d’investimento:

  • deve presentare spese non superiori a 100.000 euro
  • deve essere avviato successivamente alla presentazione della domanda
  • deve essere realizzato entro 18 mesi dalla data del provvedimento di ammissione alle agevolazioni.

Le agevolazioni

Le agevolazioni previste si sostanziano in un contributo a fondo perduto:

  • per un importo non superiore al 70% delle spese ammissibili
  • per un importo massimo di 70.000 euro

Le agevolazioni sono concesse nei limiti e nelle disponibilità previsti dal Regolamento de minimis n. 1407/2013

Per contatti:  tel/whatsapp +393284273449 - email ilio.amisano@gmail.com. web: www.ecorizzonti.it

Non perdetevi la prossima puntata!
Ilio Amisano



Se compri qualcosa su www.katabun.it cliccando i link dei nostri articoli, raccoglierai punti come promotore e ci aiuterai a incentivare l'economia locale e la sostenibilità del territorio, promuovendo i prodotti a km 0!.





Condividi sui social!
Guadagna punti! Unisciti alla lista del mercoledì! Ogni mercoledi riceverai un messaggio sul tuo WhatsApp con le notizie del tuo territorio! Eventi, offerte di prodotti locali e tante altre informazioni utili!
autor@
Rete Demos

Il progetto propone la costituzione di una rete collaborativa tra produttori agricoli, operatori turistici, associazioni, aziende ed enti locali finalizzata all’organizzazione di attività ed eventi, all’attivazione e condivisione di servizi comuni, di strumenti tecnologici/informatici e al coinvolgimento dei vari attori (incluse le associazioni e gli enti locali) in attività progettuali e altre iniziative di valorizzazione del territorio e delle sue specificità di “prodotto”, sia materiale che immateriale.

Articoli sulla stessa tematica
Altre rubriche
Articoli in evidenza